Venerdi 13 aprile un interessante incontro al polo espositivo Juana Romani su In nome del popolo sovrano presenti Enrico Luciani del Comitato Amici del Gianicolo e Padre Filippo Lovison dei chierici regolari di S.Paolo detti i Barnabiti, Sabato 21 dopo la proiezione de Nell'Anno del Signore con Annalisa Gentilini e Rita Gatta parleremo di

LEONIDA MONTANARI medico condotto in Rocca di Papa

Dal secondo Venerdi di Maggio parte la terza edizione delle Notti d'arte - Notti di stelle che quest'anno vedra' protagonista la settima arte "il cinema" con una rassegna completa della produzione di Magni sia come sceneggiatore che regista integrata con i piu' bei lavori degli attori da lui diretti rassegna condotta in collaborazione con l"associazione culturale Clik!

Venerdi pomeriggio presso la Sala Marcello De Rossi del polo espositivo Juana Romani ha avuto luogo un interessante incontro sul film In nome del Popolo Sovrano scritto e diretto da Luigi Magni nel 1990 e premiato con il David di Donatello per i costumi. Enrico Luciani del Comitato Amici del Gianicolo ha illustrato i luoghi della Repubblica Romana e Padre Filippo Lovison gia' Generale dell'Ordine dei Barnabiti ha inquadrato la figura del Padre Ugo Bassi barnabita protagonista della Repubblica Romana. Fu lui a cercare di convincere Pio IX a rinunciare al potere temporale. Sabato 21 aprile in coincedenza non voluta con il Natale di Roma alle ore 17.00 verra' proiettato Nell'Anno del Signore a seguire un incontro con Annalisa Gentilini e Rita Gatta sulla figura di Leonida Montanari medico condotto in Rocca di Papa. Sara'un interessante occasione per scoprire la figura del medico carbonaro decapitato a Roma il giorno di San Clemente del 1825 insieme al compagno Angelo Targhini. Un interessante operazione culturale che sarabbe piaciuta a Magni che della storia aveva fatto una ragione di vita. Dal secondo Venerdi'di Maggio partono le notti d'arte notti di stelle che quest'anno vedranno protagonista la settima arte il cinema con una rassegna dedicata all'intera produzionMagni prima come sceneggiatore e poi come regista. Rassegna integrata con i piu'bei lavori degli attori che il maestro ha diretto. Un ulteriore omaggio a Magni e alla sua Roma la cui storia Velletri ha vissuto di riflesso. Sempre di piu' convinti della necessita' di riscoprire le radici e proporle alle nuove generazioni per permettere loro di riappropriarsi di un indentita' che altrimenti rischia di essere perduta soffocata dall'era di internet e dello smart phone.
Alessandro Filippi

Commenti

Post popolari in questo blog

la storia che celebreremo con Velletri Expo