Venerdi 29 dicembre al Polo Espositivo Juana Romani protagonista ancora Roma

Velletri ha reso omaggio a Lando Fiorini e a Lucia Mirisola Magni

Presente in rappresentanza della famiglia Fiorini il figlio di Lando Francesco

Ancora protagonista Roma al Polo Espositivo Juana Romani. Venerdi' 29 dicembre il circolo artistico La Pallade Veliterna ha organizzato con la collaborazione Shany Martin e Giorgio Spagnoli una serata dedicata a Lando Fiorini "la voce di Roma" scomparso il 9 dicembre. Un ricordo venuto dal cuore per salutare un uomo e un artista che in quasi cinquant'anni ha cantato Roma e la romanita' attraverso i grandi brani del repertorio tradizionale della citta' eterna e quelli che sono stati i cavalli di battaglia del cantante trasteverino. Da Roma e'arrivato il figlio Francesco che con gli occhi velati di commozione ha assistito a tutta la manifestazione ringraziando la citta' di Velletri per l'affetto dimostrato al padre. La serata e' terminata con il ricordo della signora Lucia Mirisola Magni la moglie del grande regista romano scomparsa il 23 dicembre. Shany Martin introdotto da Alessandro Filippi ha cantato la celebre nu glie da retta roma tratta da Tosca. Per la buona riuscita dell'evento vanno ringraziati Antonello e Alessandro Sanna per la concessione del service e Paolo Santapace per aver curato la fonica. Francesco Fiorini ha avuto parole di apprezzamento per il polo espositivo per l'impegno con cui viene gestito e curato spronando a non fermarsi mai.
Alessandro Filippi

Le esequie si sono svolte martedi'26 dicembre presso la chiesa degli artisti a Piazza del Popolo

L'addio a Lucia Mirisola - Magni

Due volte premio David di Donatello e due volte Nastro d'argento.

Martedi' 26 dicembre a mezzogiorno presso la chiesa degli artisti in Piazza del Popolo si sono svolte le esequie della signora Lucia Mirisola - Magni. Presenti in rappresentanza del Polo Espositivo Juana Romani il responsabile Alessandro Filippi e Paolo Pace presidente dell'associazione clik! . Lucia Mirisola e'stata una delle piu'importanti scenografe e costumiste del cinema e del teatro italiano. La sua formazione ha origine in un Liceo Artistico di Venezia dove era nata nel 1928. Trasferita a Roma ha frequentato il Centro Sperimentale di Cinematografia. Conosce in una osteria romana in Via Flaminia Luigi Magni. Da quel momento nasce qualcosa che prima li porta a vivere insieme per risparmiare un affitto e poi al matrimonio in comune a Roma il 16 agosto 1956 e poi in chiesa a Venezia nel 1984. Gigi e Lucia oltre che nella vita sono stati anche una coppia sul set. Il loro genio creativo ha fatto nascere film che non hanno certo bisogno di presentazione. Tranne che "Nell'anno del Signore" dove ha firmato solo i costumi (le scenografie erano di Carlo Egidi) Lucia ha realizzato scenografie e costumi in tutti i lavori del marito. Un binomio che ha portato nella casa di Via del Babuino dove vivevano ben cinque David di Donatello e due nastri d'argento. Un curriculm di tutto rispetto che comprende anche lavori fatti per altri registi. Vanno ricordati Fellini - Monicelli - Pontecorvo. La sua scomparsa ci lascia orfani di una grande donna che ha scritto una pagina importante della storia del cinema e del teatro italiano sono suoi i costumi de "I sette Re di Roma" la commedia scritta dal marito ed interpretata da Gigi Proietti, come quelli di Gaetanaccio. Lucia ci ha lasciato proprio mentre al teatro dell'angelo andava in scena l'adattamento teatrale de "Nell'anno del Signore" di Antonello Avallone con i costumi di Red Bodo' da lei visti ed approvati come Gigi Magni approvo' il testo. Ora ci resta di Gigi e Lucia il grande patrimonio delle loro opere che li rende presenti tra noi.
Alessandro Filippi






Commenti

Post popolari in questo blog

la storia che celebreremo con Velletri Expo

Premio nazionale Pallade Veliterna 2017 ecco il bando di concorso